il potenziometro volume dell'R45

Home Forum Grundig Receiver (Amplificatori) il potenziometro volume dell'R45

Tag: 

Questo argomento contiene 42 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da Antonio Salvatore Antonio Salvatore 3 anni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 43 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #12500
    Antonio Salvatore
    Antonio Salvatore
    Partecipante

    Salve a tutti; risolti i problemi allo Studio 2000 ed alla piastra CN 700; ora vorrei passare al pezzo forte della mia collezione Grundig: ossia uno stupendo Recever R45; in mio possesso da circa 30 anni. Quest’apparecchio (collegato ai box 860a), negli anni mi ha regalato l’emozione di un suono a dir poco paradisiaco; con bassi morbidi e profondi e medio alti dinamici ed equilibrati. Gli amici, quando dicevo di avere un Grundig, storcevano il naso, perché per loro l’Hi Fi era solo americana o giapponese; ma poi quando ascoltavano il mio R45 cambiavano idea … il suono era magico, dava emozioni. Purtroppo qualche anno fa questo incantesimo è stato interrotto a causa del potenziometro del volume; che non ne voleva più sapere di funzionare (praticamente a basso volume non andava più); inutile riempirlo di spay contact (i miei colleghi alla Grundig mi dicevano che tale potenziometro quando si rompe è irrecuperabile, ne se ne trovavano più di originali nemmeno alla casa madre, per cui presi la decisione di adattarne un altro; ma purtroppo mi resi conto quasi subito che c’era qualcosa che non andava più come prima… Infatti non mi funzionava più il Loudness. Guardando meglio lo schema notai che oltre alla sezione x il volume, il potenziometro aveva anche un’altra sezione dedicata a regolare appunto il livello del Loudness (la chiamavano regolazione fisiologica del volume; che consisteva nel regolare il livello di Loudness in funzione del volume…). Purtroppo senza Loudness (anche se si sentiva ancora bene) erano un po’ scomparsi quei bassi morbidi e profondi che mi davano tante emozioni (lo so che i puristi diranno che l’audio deve essere il più lineare possibile e teoricamente sono d’accordo; ma nell’atto pratico.. un po’ di bassi un po’ più profondi ed alti un po’ più dinamici, danno un po’ di emozione in più…; infatti con lo Studio 2000 che ha il Loudness sempre inserito; mi stò .. come si dice qui a Napoli.. arricreando…). Dopo questo episodio ho sostituito l’R45 con un pre e finale della Technics; ma sempre con gli stessi Box 860a (almeno le casse sono rimaste Grundig… e devo dire che fanno ancora il loro dovere dopo circa 30 anni di onorato servizio e con tutti gli altoparlanti originali ed ancora tutti funzionanti); purtroppo lo “straniero” anche se ottimo e molto.. anzi troppo lineare… non mi dà le stesse emozioni del vecchio caro R45; ecco perché (dopo aver riascoltato il suono Grundig dal magnifico Studio 2000); ho deciso di rispolverare il mio vecchio amore; ma prima di rimetterlo al suo posto d’onore (ho deciso di creare un angolo vintage in salone composto dallo Studio 2000 e dal R45, entrambi collegati ai Box 860a) devo riavere il Loudness mancante. Qui le soluzioni sono due: o mi procuro un potenziometro originale … e qui potrebbe aiutarmi qualche lettore del nostro sito che magari ne ha uno; oppure se qualcuno ha lo schema della scheda potenziometri; potrei mettere una resistenza fissa al posto del potenziometro dedicato alla regolazione del Loudness; ma per stabilirne il valore, dovrei sapere il valore del suddetto potenziometro e trovare un valore homico che possa darmi un valore di Lodness medio. Ringrazio in anticipo per gli eventuali suggerimenti.

    #12502
    Antonio Salvatore
    Antonio Salvatore
    Partecipante

    … Il Revever R45 ha anche qualche altro problemino.. ma funziona ancora ….

    #12508
    Stefano
    Stefano
    Partecipante

    CN700 risolto? Io ero rimasto al post in cui volevi utilizzare un BC640 (inadatto perchè PNP)… Magari, se aggiorni il thread dedicato ci fai sapere come l’hai risolto.
    Quanto al potenziometro, è evidente che quello hai messo al posto dell’originale non aveva l’uscita (anzi, le uscite, perchè sono due, una per canale) per il collegamento del loudness.
    Devi trovarne uno da cannibalizzare, magari da un altro receiver o da un compatto, perchè inserire una resistenza fissa, anche se tecnicamente possibile, non mi sembra una buona idea.
    Infatti, come hai correttamente già detto tu, con la presa fisiologica originale la soglia di intervento del loudness è in funzione della posizione della manopola del volume, nel senso che man mano che si aumenta il volume diminuisce l’intensità del loudness (fino ad azzerarsi per posizioni del volume oltre la metà, o giù di lì).
    Con un collegamento fisso, avresti il loudness sempre inserito (e con una intensità di intervento fissa, cioè determinata soltanto dal valore resistivo che vai a mettere) e soprattutto per ogni posizione della manopola del volume, cosa che a mio parere (e, a quanto pare, anche a parere dei progettisti Grundig 🙂 ) è da evitare, per vari motivi.
    Comunque, per rispondere alla tua domanda, posso dirti che il potenziometro ORIGINALE è un logaritmico da 2x100Kohm

    #12514
    Antonio Salvatore
    Antonio Salvatore
    Partecipante

    ..avendo apparecchi da cannibalizzare… lo avrei fatto volentieri.. purtroppo non ne ho.. ne credo che qualcuno possa fornirmi tale componente.. ecco perché purtroppo sarò costretto a fare un compromesso.. magari mettendo un potenziometro interno e tararlo su di un valore di Loudness medio.. ovviamente da disinserire nel momento in cui alzo il volume….
    Da cannibalizzare avrei solo un RPC 100 (di cui funziona solo l’amplificatore, ha la piastra ed il giradischi completamente distrutti, mentre la radio è da riclippare); ti risulta per caso se porta lo stesso potenziometro?… visto che è dello stesso periodo…

    #12518
    Stefano
    Stefano
    Partecipante

    @antonio Salvatore said:
    Da cannibalizzare avrei solo un RPC 100 (di cui funziona solo l’amplificatore, ha la piastra ed il giradischi completamente distrutti, mentre la radio è da riclippare); ti risulta per caso se porta lo stesso potenziometro?… visto che è dello stesso periodo…

    Elettricamente direi proprio di sì, visto che dagli schemi in mio possesso vedo che entrambi montano un logaritmico da 2×100 Kohm ed hanno la presa intermedia per il controllo fisiologico.
    Resta solo da vedere se ci sia compatibilità meccanica, cioè se risultino uguali o simili il corpo e soprattutto l’alberino (per diametro e lunghezza), ma questo lo puoi vedere meglio tu che li hai sotto gli occhi :-).
    In effetti, il codice ricambio riportato sugli schemi non è lo stesso: per l’R45 è 59703-123.97, mentre per l’RPC100 è 59703-090.01, ma questo non vuol dire necessariamente che non siano intercambiabili.
    Io comunque ci proverei, anche a costo di qualche opera di “adattamento”.

    #12622

    giuseppegr
    Partecipante

    ma l’originale lo hai ancora?

    si potrebbe tentare di aprirlo e rimettorlo in funzione.

    con il mio R35 ha funzionato

    #12644
    Antonio Salvatore
    Antonio Salvatore
    Partecipante

    purtroppo non lo trovo più.. chissà dpove sarà finito.. questa è una s*****ata che ho fatto circa 20 anni fa…

    #13845
    Antonio Salvatore
    Antonio Salvatore
    Partecipante

    … ieri ho avuto l’ispirazione di smontare l’R45 e cercare finalmente il potenziometro del volume originale disperso… e dopo aver rovistato tutti i meandri più nascosti del mio laboratorio.. miracolo… l’ho trovato (fortunatamente non butto via mai niente)… così dopo averlo spruzzato abbondantemente con lo spray .. l’ho rimontato… (fa ancora qualche scarica.. ma funziona abbastanza bene…) ed ecco rivivere il suono pieno e dinamico .. con tanto di Loudness .. che ormai non sentivo più da circa 20 anni… è stata una vera emozione… l’apparecchio però aveva ancora qualche problemino… visto che negli ultimi anni lo avevo un po’ trascurato… infatti l’audio si sentiva spesso solo da un canale, mentre sull’altro si sentiva molto basso; per cui ho spruzzato con lo spray tutti gli altri potenziometri … non che i commutatori e fatta qualche saldatura che mi sembrava un po’ fredda… un volta riacceso.. pare che vada bene… infine ho smontato lo strumentino della sintonia che appariva bloccato.. così l’ho lubrificato un poco e sostituita la lampadina (che si era fulminata) .. ho rimontato tutto.. ed ecco il mio vecchio caro R45 di nuovo in tutto il suo splendore… apparecchi belli come questo non vanno trascurati.. e quando possibile vanno di sicuro recuperati… ora devo solo vedere che sistemazione dargli .. visto che in soggiorno ho già un pre e finale della Technics (col quale sostituii l’R45 circa 20 anni fa) e lo Studio 2000 riparato in precedenza… beh una soluzione vedrò di trovarla.. anche perché mi farebbe piacere risentirlo con i Box 860a (che erano le sue casse, col le quali si sentiva divinamente) che, negli ultimi 20 anni ho lasciato vicino al Technics … e fanno ancora il loro dovere con tanto di altoparlanti ancora in forma.. non ostante i circa 35 anni di funzionamento… Grazie a questo sito sono stato stimolato a resuscitare il mio R45 (orami abbandonato ed usato solo come radio in laboratorio).. perché leggendo anche gli altri articoli ne ho capito il valore e mi è venuta la nostalgia di risentirlo com’era prima… quando stava bene… è un apparecchio che mi ha regalato anni di emozioni e soddisfazioni.. soprattutto con gli amici che erano scettici perché …”era solo un Grundig”…. poi quando lo sentivano si ricredevano.. e si rendevano conto che la Grundig fa anche cose valide…

    #13846

    giuseppegr
    Partecipante

    Molti sono stati i denigratori della Grundig, con mio padre ne abbiamo dovuti affrontare parecchi nel corso degli anni, purtroppo la sensibilità acustica della maggior parte delle persone è prossima allo zero, si lasciono incantare dall’estetica e dalle lucine……

    Ho provato a rovistare tra i ricambi Grundig che ho acqusitato in stock alla ricerca del potenziometro, ne ho molti ma tutti per autoradio, probabilmente il core di alcuni potenziometri andrebbe anche bene, ma purtroppo hanno molte funzioni incorporate nello stesso asse, tipo balance, accensione autoradio etc….

    #13857
    Antonio Salvatore
    Antonio Salvatore
    Partecipante

    Come dicevo ..sono riuscito a recuperare il potenziometro originale.. che anche se gracchia ancora un pochettino.. tutto sommato è accettabile… e cosa importantissima si è riattivato il controllo fisiologico del volume.. con relativo Loudness…
    Per quel che riguarda i denigratori della Grundig il discorso sarebbe molto complesso… bisognerebbe considerare vari fattori… per quel che riguarda la mia esperienza in merito (uso apparecchi Grundig dal 1973… ed ho fatto il tecnico al Centro pilota Grundig di Napoli per più di un decennio)… bisognerebbe considerare la questione apparecchio per apparecchio… è vero che la Grundig ha fatto degli apparecchi molto validi… corredati con casse altrettanto valide, con un sound caratteristico.. quello della Grundig… però ha fatto anche degli errori oppure apparecchi di qualità non eccellente (caso emblematico il pessimo V1700 con relativi box 402)… errori che hanno portato i più a fare di tutta un’erba un fascio… inoltre c’è da considerare che all’epoca l’idea che si aveva dell’Hi-Fi era quella di unire componenti singoli di varie marche (di solito giapponesi o americani)… che vista la grande varietà disponibile… si poteva acquistare componenti decenti a prezzo conveniente.. così come componenti high end a prezzi esorbitanti… ma era proprio questa libertà di scelta che portava gli appassionati a scegliere tale componentistica… i Grundig purtroppo avevano il difetto … da un lato: di essere molto costosi… e dall’altro di avere una scelta limitata… soprattutto per quel che riguardava i compatti… inoltre avendo le prese DIN (mentre la maggior parte degli altri apparecchi usavano le RCA)… creavano qualche problema sia nei collegamenti che con le impedenze….
    Io ovviamente sono un estimatore del suono Grundig …. sia per motivi sentimentali… visto che è il suono che ha accompagnato un po’ tutta la mia vita di audiofilo a partire dalla mia adolescenza… sia perché ho riscontrato che alcuni degli apparecchi di questo storico marchio sono veramente ottimi sia come qualità che come aspetto estetico… C’è da dire inoltre che anche gli apparecchi un po’ più economici (compresi quelli con giradischi con testina a cristallo).. avevano comunque una buona qualità rispetto a quelli della concorrenza…
    Per finire… una dritta… come possessore di un R45… quando mi sono trovato (qualche anno fa)… a collegare il primo lettore CD ..ho notato che collegandolo ad una delle prese TB il suono risultava un po’ piatto e poco dinamico… cosa di cui si lamentavano, tra l’altro… parecchi clienti presso il Centro dove lavoravo allora… per cui feci l’esperimento di collegare il CD sulla presa Monitor.. ed ecco che il suono cambiava … infatti la presa monitor ha un’impedenza molto più simile a quella degli AUX standard … mentre quella delle prese TB è più adatta all’impedenza delle piastre di registrazione della Grundig… verificato ciò.. consigliavamo a tutti i nostri clienti di fare in questo modo.. con risultati molto soddisfacenti… quindi consiglio a tutti i fortunati possessori di un Reicever .. di collegare il CD sulla presa monitor… e vedrete che differenza… provare x credere…

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 43 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.