New entry Giuseppe Mazzilli

Home Forum Discussioni Off-Topic New entry Giuseppe Mazzilli

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da Marcogap Marcogap 4 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #4337
    Marcogap
    Marcogap
    Amministratore del forum

    ciao Amici miei

    volevo dare il benvenuto a Giuseppe, che da poco si è aggiunto al nostro Gruppo. Avrei voluto che facesse una auto-presentazione, ma per ragioni di discrezione ha preferito non farlo. E questo gli fa onore….sappiamo tutti che i veri tecnici hanno al primo posto l’umiltà e la discrezione. Tuttavia, vorrei solo dire poche cose circa il profilo di Giuseppe (senza nulla togliere a tutti noi altri…. tanto sapete benissimo la stima che provo per voi!!!).Ha lavorato alle assistenze Grundig per anni, seguendo corsi dagli ingegneri dell’epoca. Va da se che per me è una fonte inesauribile di risposte alle mie domande. Attualmente mantiene la stessa attività, in special modo nel campo audio, reel to reel ecc. Abbiamo già scambiato (alcuni di voi avranno già letto i nostri scambi in FB) un fiume di informazioni in forma privata. E’ l’ennesima persona che può dar prova reale e confermare che tutto ciò riguardi cablaggi ed interferenze era già tutto previsto e preventivato da Grundig. Beh, non aggiungo altro. “Sfruttiamolo pure…..eh eh eh…. (io mi sono già un pò sfogato, ed ora ne so molto di più, specie sui condensatori da usare) per le nostre curiosità legate a questo marchio. Come tutti noi, Giuseppe è aperto al confronto ed alla crescita….ed allo smitizzare….falsi miti…

    Benvenuto fra noi

    marco

    #4338
    Roberto
    Roberto
    Amministratore del forum

    Benvenuto Giuseppe

    #4339
    pasgal
    pasgal
    Partecipante

    Beh le interferenze da campi magnetici e, quindi, malfatti cablaggi è normale che interferiscano sul suono.

    Quel genio di Tesla sui campi magnetici e sullo studio dell’Etere ne ha fatto uno scopo di vita.

    Ho avuto il piacere di parlare con Giuseppe ed ora sono contento sia qui con noi su GRUNDIG love.


    Cofondatore GRUNDIG love.org

    #4595
    Giuseppe Mazzilli
    Giuseppe Mazzilli
    Partecipante

    Buongiorno amici, ringrazio personalmente Marco per la sua sensibilità insieme a Roberto e Pasgal per la cortesia e gli onori di casa. La produzione Grundig dell’ età d’ oro fu affidata ad un gruppo d’ ingegneri capaci e con i piedi in terra. Tutto ciò che ci è arrivato è frutto in sostanza di quelle ricerche e di qui progetti. Premesse che partivano con lo studio accurato e scolastico dei circuiti per dare il meglio alla produzione e ben sappiamo quanto costassero quei prodotti in commercio, alla fine. Un prezzo che però pagava bene la fiducia perchè in quei circuiti c’ era l’ applicazione concreta e tante ore dedicate all’ascolto, perchè l’ orecchio è sempre l’ ultimo giudice. Ho incontrato persone e parlato con colleghi che avevano tutti come me la stessa percezione d’ intesa. Era come entrare in un mondo dove le regole fossero condivise da tutti senza troppi discorsi. Un mondo piuttosto armonico, anche per i tempi di vendita che ancora reggevano, dove tutti i corsi erano eseguiti da personale ” non esaltato “, preparato e svolti con la cura di chi conosce e vuole divulgare. Ecco la parola, ” Divulgazione ” un’ attività che può non far piacere a chi non trova piacere in essa. La divulgazione parte senz’ altro dalla conoscenza dell’ argomento e dalla voglia di diffonderla, parte da una passione. La quale però potrebbe essere sostituita artificiosamente da uno scopo di lucro. Qui diventa importante la persona che lavora ed il gruppo di persone attorno che lo sostengono. Ho svolto sempre il mio lavoro con passione, tutt’ ora, nonostante che svariate crisi di conoscenza dei circuiti ci siano, eccome. Basta prendere un circuito digitale fatto per bene che non và in una macchina Hi – end ( svolgo il lavoro d’ assistenza autorizzata a diversi marchi blasonati ) ed eccomi lì a frenare per l’ effetto di apertura ” all’ imbuto ” per la considerazione enorme delle cause effettive che producono il guasto. Tutti abbiamo un Pc e quelli che hanno avuto noie digitali ben sanno questo. Ma il lavoro và sempre svolto per riparare un guasto, per chiarire ciò che non và. In questa attività, il lavoro coscienzioso del tecnico è importante, come pure la sua indole d’ approccio con il cliente che è dietro al prodotto. Diverso discorso trovo in chi presenta sistemi di progetto non suoi fatti passare in sostanza per criteri di costruzione non proprio assimilati nell’ opinione costruttiva della letteratura tecnica e dunque usarli, questi sistemi a vantaggio di un miglioramento ( addirittura) sonoro nelle macchine audio sulle quali s’ intenda applicare i sistemi stessi. E’ il massimo: non solo si sostiene che quei sistemi, nati unicamente per motivi di ” schermatura ” dei circuiti abbiano contestualmente proprietà ri – energizzanti sulla bontà timbrica delle macchine che li ospitano, il che già mi fa cadere il mento sul banco in atteggiamento mistico, ma si usa addirittura dire che quei sistemi, trasportati in altre macchine, applicherebbero benefici anche ad esse. Mi viene da pensare come una cosa così banale e chiara per chi ha studiato fisica ed elettronica fosse così facilmente sfuggita a quel povero gruppo d’ ingegneri elettronici e meccanici, qualunque essi fossero stati, che si sarebbero viste migliorare le loro macchine con un battito di ciglia fra viti e condensatori aplicati in più sugli schermi e quindi, desolati a testa bassa, raggiungere mestamente il loro banco di attività per una sana strigliata e lavata di capo dal loro datore di lavoro….. Conoscere le schermature prescinde in elettronica dallo studio dei fenomeni magnetici che sono fra i primi argomenti di studio nelle scuole di specializzazione.

    Non sò se è chiaro. Serve altro per far comprendere questi punti a chi esalta gli aspetti esoterici di questi fenomeni?

    In questo gruppo, che mi piace molto, trovo persone con i piedi in terra: Roberto, vero appassionato che solo bene può fare al marchio Grundig, Pasgal che ha tutto l’ argento vivo addosso di chi ha tanta voglia di capire ( onore, onore a te ) ed un tecnico, Marco Cristadoro che mi piace per come ragiona e si muove sui circuiti, azione e modo che condivido perchè anche mie. Senza dire altro, perchè fra persone coscienziose ed in gamba ci si guarda in viso e ci si comprende, vi abbraccio ringranziandoVi ancora per la vostra ospitalità. Ripeto, anche se non con tutto il tempo che vorrei, perchè il lavoro mi assorbe troppo, Vi seguo sempre e apro appena posso, con tutto il piacere che ho.

    Giuseppe Mazzilli

    #4603
    Marcogap
    Marcogap
    Amministratore del forum

    Inutile aggiungere qualsiasi cosa. Da tecnico sai bene che ho l’apertura massima a nuove conoscenze. ma , come ben dici, non si può prescindere dalla fisica e dalla tecnica. Esilerante il parallelismo figurato che hai fatto dei fior fiore di ingegneri che se ne vanno con la coda fra le gambe……La verità purtroppo va ricercata in altri ambiti, piuttosto psicologici, nei quali “la gente” ha la necessità di credere in qualcosa. A questo punto basta un arruffapopoli in gamba per richiamarne l attenzione…. Pasquale non ha solo il merito di essere un ottimo “tecnico programmatore”, ma anche quello di avere come obiettivo divulgare “la verità” ed allo stesso tempo “informare” le persone a fronte di una qualsiasi mal informazione mediatica e non. Mi sono lasciato coinvolgere in quest avventura. A parte che questo mondo (tecnico Grundig) mi appassiona, ma poi ho trovato un mondo di persone schiette e sincere, che si e mi emozionano, insomma UMANI. Mi piace insomma pensare che le nuove generazioni siano ben informate e soprattutto concrete. Beh, almeno ci proviamo e guai a chi abbandona, senza averci almeno provato. Personalmente sono circondato da 25enni che mi massacrano sulla “nostra musica” (deep purple,genesis, pink floyd, ecc) e che comprano vinili. Che dire….andiamo avanti per la nostra strada….al momento stiamo ricevendo solo consensi….e sono convinto, lo dico per l’ennesima volta, che anche in altri lidi ci siano persone in gamba, o comunque garbate, o comunque aperte al confronto. Io non faccio preclusioni, nè “Guelfi e Ghibellini”.

    Chiudo con la parola che mi ha, più di ogni altra, affascinato del tuo articolo: divulgazione.

     

    insomma mettere a fattor comune…non credere ad un altro “spirito santo”

     

    grazie ancora e ancora benvenuto

    marco

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.