Grundig V4200 – temperature

Home Forum Discussioni Discussioni Audio Grundig V4200 – temperature

Taggato: 

Stai visualizzando 9 post - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Autore
    Post
  • #16581
    myhobbymyhobby
    Partecipante

    Salve a tutti. E complimenti in particolare a Marcogap per la pazienza nelle sue riparazioni e il dettaglio delle spiegazioni sul sito.

    Sono un piccolo collezionista di apparecchi radio prevalentemente Grundig anni 60/70. Li trovo soprattutto su Ebay, meglio se da riparare e poi mi ingegno a sistemarli e di solito mi riesce di riportarli in buone condizioni elettriche ed estetiche.

    Mi sono imbattuto in un amplificatore Grundig V4200  che definirei sinistrato. Purtroppo qualcuno prima di me ha provato a metterci le mani.  Senza una coppia di finali, qualche tr. bruciato, resistenze cotte etc. Ho cambiato quasi tutti i componenti attivi e parecchi passivi a valle dei potenziometri  e sono riuscito a farlo funzionare, ma T14 e T15, scaldano (fino a 55/60° misurati con sondino) così come R84 e R87, poi si stabilizzano.

    Schema con evidenze componenti caldi

    http://it.tinypic.com/r/wsojlu/9

    Qualcuno può dirmi se è normale?

    Grazie.

     

    • Questo topic è stato modificato 3 anni, 8 mesi fa da myhobbymyhobby.
    #16582
    myhobbymyhobby
    Partecipante

     

     

     

    #16602
    StefanoStefano
    Partecipante

    Ciao, io tempo fa ho riparato un 4200 come il tuo e ricordo di aver dovuto sostituire diversi transistor e resistenze proprio in quello stadio, subito a valle del differenziale di ingresso.
    Nel mio caso, però, erano già tutti bruciati e ho poi accertato che la cosa era dovuta a un paio di elettrolitici in perdita.
    Nel tuo, non so dirti se la temperatura un po’ altina sia normale o no, anche perchè io non uso il sondino ma… le mie dita, nel senso che se un componente scalda al punto da non poterci tenere il dito sopra, allora vuol dire che c’è un problema.
    Metodo sicuramente più “rustico”, ma di solito funziona 🙂
    Controlla bene le tensioni di lavoro dei vari componenti e, soprattutto, gli assorbimenti.

    #16605
    MarcogapMarcogap
    Amministratore del forum

    ciao

    hai misurato la tensione di bias?

    marco

    #16610
    Antonio SalvatoreAntonio Salvatore
    Partecipante

    Ma questo V 4200 non appartiene alla stessa famiglia del V 1700 made in Sanyo … Che con grunding non ha nulla a che fare ?
    In questo caso la rottura dei finali è un fatto endemico in quanto non esistono protezioni sull uscita delle casse …. Bastava un woofer in corto x far saltare tutto lo stadio finale…. il quale comunque si riscaldava troppo gia di suo …. in quanto mal dimensionato ….
    Mi ricordo che all epoca, all assitenza grundig (dove lavoravo in quel periodo) …. la modifica dello stadio finale dei V 1700, fu uno dei miei primi compiti, purtroppo non ricordo esattamente in cosa consistevano le modifiche …. Se non sbaglio si cambiava il tipo di finali … Si modificavano delle resistenze e si aumentava la grandezza dell aletta di raffreddamento aggiungrndo una piastra in ferro ….

    #16611
    myhobbymyhobby
    Partecipante

    Intanto grazie per gli interventi. Siete, anzi siamo, una bella famiglia.
    Il mio è solo un hobby, sono autodidatta, e… imparo facendo e sbagliando.

    Antonio: E’ vero assomiglia al V1850. Ma quello è un made in Japan – o almeno, i componenti sono giap (Sanyo) – questo invece è un made in Portogallo pur con uno schema abbastanza simile usa componenti europei e anche l’assemblaggio interno è diverso. Ad esempio i finali sono su una scheda separata.

    Il V1700 e il 1850, che però io uso a volumi modesti, non scaldano per niente, anche dopo ore di funzionamento.
    Un circuito simile a questo c’è anche nei V1700/V4080/v1850. E gli stessi 2 tr che qui nel 4200 scottano negli altri restano entro i 30°.
    Marco: il bias è regolato come da service.
    Stefano: Le tensioni sono tutte entro un 5% a parte agli emettitori di T8/T11 per il can sx e T9/t12 per i dx, dove rilevo su entrambi i canali -0,66 anzichè -0,60 (+10%). Lo zener a monte di R872/873 è a -8,10
    Alimentato la parte in questione (a monte di R62+ e di R67-)  con alimentatore duale, senza segnale in ingresso assorbe circa 30/40 mA  di corrente per parte (+/-).

    Preciso i finali BD243/244 li ho trovati di marche diverse ed hanno guadagni diversi (circa un 20/30%)

    Mi sembrerebbe tutto a posto, a parte quelle due teste calde…

    Grazie ancora a TUTTI…

    • Questa risposta è stata modificata 3 anni, 7 mesi fa da myhobbymyhobby.
    #16622
    myhobbymyhobby
    Partecipante

    Alla fine per calmare un po’ le due teste calde ho fatto due dissipatorini di rame, non saranno bellissimi ma li rinfrescano di una ventina di gradi.
    http://it.tinypic.com/r/2drx6w3/9
    Forse non serviva ma mi lascia più tranquillo.
    Un po’ di spry al selettore ingressi un po’ incerto … è da un’oretta che
    va, sembra bene, vediamo.
    Non ho toccato i potenziometri dei toni che hanno quella striscia di
    plastica che non ho mai trovato prima.
    http://it.tinypic.com/r/2a0kpq8/9
    Dovessi pulirli come si fa?

    Fabio

     

     

     

    #16653
    StefanoStefano
    Partecipante

    Su quello che ho riparato non ho dovuto farlo, ma se non sono troppo sporchi penso sia sufficiente spruzzare il disossidante inserendo la cannuccia allinterno dell’elemento strisciante. Le striscie di plastica, se non ricordo male, sono solo dei rimandi.

    #16877
    myhobbymyhobby
    Partecipante

    Ok. Grazie Stefano. Farò così.

Stai visualizzando 9 post - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.