Grundig TS 1000 HiFi

Questo argomento contiene 25 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da Roberto Roberto 4 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 26 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #761
    Roberto
    Roberto
    Amministratore del forum

    E’ arrivato a Roma da Marco il Grundig TS 1000 HiFi  acquistato in Germania.

    Qualche peripezia a causa di un errato indirizzo indicato dal venditore. Problema risolto.

    Marco lo sta già “visitando”. Non vedo l’ora di poter leggere il resoconto di riparazione del mostro.

    Grundig TS 1000 HiFi

    • Questo argomento è stato modificato 4 anni, 5 mesi fa da Roberto Roberto.
    • Questo argomento è stato modificato 4 anni, 5 mesi fa da Roberto Roberto.
    #765
    pasgal
    pasgal
    Partecipante

    Ma è tuo e Marco te lo deve revisionare?

    Quanto lo hai pagato? Mamma mia che bello…


    Cofondatore GRUNDIG love.org

    #769
    Marcogap
    Marcogap
    Amministratore del forum

    già in stato avanzato di riparazione

    che belloooooooooo

    IMG-20140510-WA0007

    #770
    Roberto
    Roberto
    Amministratore del forum

    mi sembra di averlo pagato  126 euro + €. 35 spese di spedizione. Era venduto come difettoso. Le ultime notizie che provengono da Roma me lo danno già funzionante. Pare ci fosse un condensatore in corto sulla scheda di alimentazione. Non vedo l’ora che Marco documenti il suo intervento su questo fenomeno del suono.

    Grundig, definiva questo apparecchio “Una pietra miliare nella diffusione dell’hobby della registrazione nel Mondo!”…… notare il punto esclamativo !!!!

    Notare anche che Grundig parla di Hobby della registrazione. Chi ha la mia età sa cosa vuol dire.

    Registrare non era, come oggi, un mero inserire un disco CD nel computer ed eseguire un rippaggio guidato o predefinito da un programma software. Registrare era un arte. Trovare i picchi nelle incisioni significava ascoltare un disco, quaderno alla mano, e segnare i picchi di segnale degli strumenti per poter calibrare le registrazioni. Bisognava scegliere i nastri che più “performavano“. Con le mance mi potevo permettere i nastri BASF normal

    Basf Normal

    Le TDK…. una ogni tanto.

    • Questa risposta è stata modificata 4 anni, 5 mesi fa da Roberto Roberto.
    • Questa risposta è stata modificata 4 anni, 5 mesi fa da Roberto Roberto.
    • Questa risposta è stata modificata 4 anni, 5 mesi fa da Roberto Roberto.
    #789
    Supercolor
    Supercolor
    Amministratore del forum

    Io ne compravo poche, perchè non solo selezionavo i dischi da comprare (era sempre un evento), ma anche quelli da registrare, allora cercavo le TDK SA al cromo, quando andava bene facevo festa con le SA-X, all’epoca mi sembravano il massimo.

    #796
    paolo
    paolo
    Partecipante

    Complimenti ragazzi per l’acquisto!

    Con Marco dei nostri non è niente impossibile 🙂

     

     

    #821
    Marcogap
    Marcogap
    Amministratore del forum

    Veroooo di SA ne ho avuta solo una. Qualche amico mio aveva le Ampex GrandMaster. Gli ci registrai The Wall (con la CN700). Che tempi ragazzi.

    Beh, se vi servisse qualche cassetta mi è capitata questa partita ad un prezzo incredibile. Approfittate pure..

    20140531_084835[1]

    #901
    Roberto
    Roberto
    Amministratore del forum

    Non vedo l’ora di provarle.

    A proposito di TS 1000. Pesa 22,5 kg.

     

    #902
    paolo
    paolo
    Partecipante

    Marco lascia qualche cassetta anche per la mia CN930 😉

    Ricordo ancora i tempi che la mia Dyane 6 era piena di nastrini lasciati al sole, quando si aggrovigliava tutto e la cassetta non usciva, l’avvento del CD sembrò una grande conquista, aveva indubbie comodità una per tutte quella di passare da un brano all’altro in un attimo, ma sparì il suono analogico e solo da poco tempo  merito ai post che scriveva Roberto (per questo l’ho ringraziato)  su altri lidi.. mi è tornata la voglia dei suppoorti magnetici.  Non mi aspettavo tanto, avevo altri ricordi….  e invece l’analogico ascoltato su macchine ai tempi inarrivabili… è una favola.

    Paolo

    #938
    Roberto
    Roberto
    Amministratore del forum

    E’ vero quello che dici, Paolo . C’ e’ stato  un ritorno al vinile. Tra un po’ mi aspetto un ritorno al ferromagnetismo.  L’hobby della registrazione e della duplicazione di nastri potrebbe essere riscoperto dagli appassionati della musica di qualità. Sono convinto che anche macchine ben settate , 2 piste a 19 cm sec.. Possono restituire enormi soddisfazioni e riconvertire all’analogico anche i più convinti amanti della musica digitale e liquida.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 26 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.