Rispondi a: RPC200 capriccioso (per Antonio)

Home Forum Grundig Studio (Sistemi Compatti e Studio) RPC200 capriccioso (per Antonio) Rispondi a: RPC200 capriccioso (per Antonio)

#19661
Stefano
Stefano
Partecipante

Ah, ecco cos’erano le imprecazioni che sentivo l’altro giorno nell’aria…
Minchia, che iella… Vabb√®, cose che succedono. Ieri, nel riparare un vecchio oscilloscopio Hameg al quale erano scoppiati entrambi gli elettrolitici di filtro, non ne vado a mettere uno con i poli invertiti? Morale: secondo scoppio… ūüôā
Comunque la caduta della piastra, se √® riuscita a storcere l’asse del volano (cio√® il capstan), deve essere stata una bella botta. A questo punto, io controllerei tutta la meccanica, e anche l’integrit√† dello stampato.
L’unica riparazione che puoi fare, se non hai un altro volano uguale, √® quella di prelevare l’asse da un altro volano anche diverso, ma che abbia ovviamente lo stesso diametro e la stessa lunghezza. Questo, secondo me, √® pi√Ļ facile che trovare un altro volano completo.
Abbi solo l’accortezza, prima di sfilare l’asse dal volano (che si estrae semplicemente tirando con una certa forza), di annotarti le “quote”, cio√® la lunghezza dei segmenti che fuoriescono sia da dietro, sia da davanti, in modo da poter rimettere l’asse sostitutivo nello stesso identico modo del vecchio. Se il nuovo asse, una volta inserito, non dovesse rimanere ben incastrato (ma non dovrebbe succedere, se il diametro √® lo stesso), baster√† una goccia di attack.
Per l’ingranaggio-pignone del volano, invece, non darti pena: si sarebbe comunque rotto da solo in breve tempo. Prendilo da Mineo, e gi√† che ci sei controlla anche l’altro ingranaggio pi√Ļ grande, quello che gira insieme a lui: di solito, si rompono “in coppia” (e anche se non si rompono insieme, il fatto di mettere un pignone nuovo far√† senz’altro rompere anche l’altro ingranaggio).
Buon lavoro!