Rispondi a: Diffusori attivi e passivi, differenze dinamica.

Home Forum Discussioni Discussioni Audio Diffusori attivi e passivi, differenze dinamica. Rispondi a: Diffusori attivi e passivi, differenze dinamica.

#14022
maurode
Partecipante

L’aumento della dinamica possibile è logicamente solo uno dei vantaggi della multiamplificazione e per il professionale è sicuramente il più importante.Nella riproduzione domestica è sempre importante ma ci sono parecchi altri parametri che contano.La risposta in fase più facile da ottenere,lo smorzamento complessivo migliore,la più facile variazione nella modifica dei tagli e pendenze del filtro,il ruolo di protezione che permette per le vie superiori e diversi altri.Per quel che riguarda la linearizzazione e compensazione delle impedenze dei vari altoparlanti è vero che si può fare elettronicamente soprattutto ora con il digitale ma molti autori sembra preferiscano le reti di compensazioni passive.Comunque ci sono anche i rovesci della medaglia che sono una difficoltà realizzativa elevata e non alla portata dell’audiofilo medio e il prezzo elevato.Ben diverso i diffusori attivi già preposti che in alcuni casi oltre al crossover attivo possono usare sistemi di correzione di risposta come il motional feedback della Philips per la sospensione pneumatica e l’ACE bass di Audio Pro per il bass reflex.Tutti e due i marchi hanno usato efficacemente queste tecniche.Nonostante tutto i diffusori attivi nel mondo sono una cenerentola e oggi ancor di più che in passato al contrario del professionale che sono la maggioranza.Sarà che agli audiofili piace giocare con i componenti e una siffatta configurazione toglierebbe parte del gioco.

  • Questa risposta è stata modificata 5 anni, 6 mesi fa da maurode.