4

Sanyo MR 929 E

Sanyo MR 929 E

Sanyo MR 929 E

Sanyo MR 929 – Questo articolo avrei dovuto pubblicarlo da tempo.

Ma c’è voluto molto per rimettere questo gioiellino al 100%. Penso sia fine anni 60. Siamo lontani dai circuiti stampati con serigrafia e/o schede facilmente analizzabili. Sarà una lotta ardua. Ma, come sempre, ne è valsa la pena.

Sanyo MR 929 E

MR 929 E

Iniziamo lo smontaggio. Vanno tolte le manopole e leveraggi vari.

Sanyo MR 929 E

MR 929 E

Testine.

Sanyo MR 929 E panoramica

MR 929 E panoramica

Le cinghie “tubolari” appaiono fortunatamente integre.

Sanyo MR 929 E panoramica

MR 929 E panoramica

Viti tutto intorno da togliere (5 dietro e due sopra).

Sanyo MR 929 E panoramica

Sanyo MR 929 E panoramica

Particolare della presa d’aria.

Sanyo MR 929 E panoramica

Sanyo MR 929 E panoramica

“A vista” fusibile trafo e quant’altro sotto tensione 220 volts: prendere “la schicchera” qui è un attimo. Meglio coprire le parti pericolose scoperte con del nastro isolante.

Sanyo MR 929 E panoramica

Sanyo MR 929 E panoramica

Sanyo MR 929 E panoramica

Sanyo MR 929 E panoramica

Ecco un primo stadio di un canale di amplificazione. Mettere mano è un impresa….

Sanyo MR 929 E panoramica

Sanyo MR 929 E panoramica

Sanyo MR 929 E panoramica

Sanyo MR 929 E panoramica

Guardate il cablaggio……ahi ahi…

Sanyo MR 929 E panoramica

Sanyo MR 929 E panoramica

Alcune foto sembreranno ripetitive, ma ritengo siano oro colato per chi ci si avventura. Io stesso, grazie ad una foto trovata in rete, ho scoperto una magagna, o comunque avuto conferma di una manomissione …che vedremo dopo.

Sanyo MR 929 E panoramica

Sanyo MR 929 E panoramica

Trasformatori di accoppiamento e di uscita.

Sanyo MR 929 E panoramica

Sanyo MR 929 E panoramica

I finali stanno dietro queste alette di raffreddamento quadrate.

Schema

Schema

All interno c’è addirittura lo schema, opportunamente fotografato ed ingrandito in tutte le salse.

schema

schema

stadio amplificatore

stadio amplificatore

stadio amplificatore

stadio amplificatore

Comincio a fare delle misurazioni. L audio è appena percettibile. Sospetto qualche condensatore aperto.

stadio amplificatore

stadio amplificatore

Arrivare fin li sarà dura.

stadio amplificatore

stadio amplificatore

Così come capire ed associare i componenti allo schema.

stadio amplificatore

stadio amplificatore

stadio amplificatore

stadio amplificatore

Cosa si arriva a fare, tra programmi grafici e power point….

stadio amplificatore

stadio amplificatore

Qualche cablaggio andrà rimosso per farsi strada.

stadio amplificatore

stadio amplificatore

stadio amplificatore

stadio amplificatore

Comincio a cambiare qualche condensatore.

stadio amplificatore

stadio amplificatore

stadio amplificatore

stadio amplificatore

stadio amplificatore

stadio amplificatore

Occhio a questa foto ed alla posizione cerchiata dei fili sul potenziometro.

stadio amplificatore

stadio amplificatore

stadio amplificatore

stadio amplificatore

Anche i trafo andranno rimossi per farsi strada.

stadio amplificatore

stadio amplificatore

Ben presto l’amara verità: i condensatori sono tutti completamente esauriti.

stadio amplificatore

stadio amplificatore

condensatori

condensatori

Per “farla breve” sopra tutti i condensatori relativi ad un solo canale cambiati!!!

vu meter

vu meter

Dopo un lunghissimo lavoro, il suono torna. C’è però qualcosa che non mi convince: un canale è più alto dell altro e le regolazioni volume sono diverse …eppure tutto fatto bene …c’è da impazzire …fino a quando scopro che i potenziometri del volume hanno collegamenti diversi.

potenziometri

potenziometri

Grazie alla rete, mi imbatto in questa foto che mostra l’effettivo collegamento del potenziometro incriminato. Due fili sono invertiti tra loro !!!!!

Test

Test

Ora suona bene!!!

test

test

test

test

Solo un pò di tempo dopo emerge che la velocità tende a diminuire gradualmente nel tempo. Ci ho lavorato tantissimo, non intendo mollare proprio ora!

motore

motore

Ettepareva che anche sul motore non ci fosse un condensatore esaurito: 2 micro 250 volts.

condensatore motore.

condensatore motore.

Anche qui il salto tecnologico si nota (per le dimensioni).

test finale

test finale

Adesso possiamo dire di aver davvero terminato!!! Qualità impressionante!!

test finale.

test finale.

marco.

 

4 Comments

  1. eheheheh… dopo questo lavorone ti sentivi un po’ affaticato, vero?
    Ho provato questa sensazione dopo aver finito il mio A77, al quale ho dovuto cambiate TUTTI gli elettrolitici, TUTTI i trimmer e TUTTI i condensatori di spunto, oltre tarature e pulizie varie a relè, motori, freni e meccanica.
    Quasi due mesi di lavoro.
    Ho ancora un sacchetto pieno zeppo di componenti sostituiti, pesa mezzo chilo.
    L’unica consolazione è il fatto che mettere le mani su Revox è un piacere, tutto sembra fatto e assemblato per facilitare gli interventi.
    Il suo suono meraviglioso, poi, ha fatto il resto.
    Ancora complimenti!

  2. Questo Sanyo meritava di essere riportato in vita.
    Si presenta come una valigia quadrata dal peso non indifferente. Le sue due casse, qui non presenti, suonano incredibilmente bene e all’interno hanno un microfono ciascuno.
    La qualità dei materiali è fuori discussione tant’è che a distanza di 46 anni è pressoché nuovo esteticamente.
    E’ un “oggettino” molto bello e ben suonante.
    Grazie Marco.

  3. sono uno spettacolo questi apparecchi, elettromeccanica pura e a quei tempi gli schemi sia meccanici che elettrici li facevano al tecnigrafo. La qualità dei materiali come dice Thomas è incredibile potrebbero durare 200 anni, la plastica era plastica e il metallo metallo. I costruttori la lotta se la facevano sulla qualità non sul prezzo.

Lascia un commento