2

Grundig TS 600 riparazione

TS600

TS600

Ripartiamo con gli articoli. Questo mese vorrei dedicarlo all’ attività principale, per la quale tutto nacque. Diciamo poi che sarà un occasione per riposare anche un pò…… Mi piace ripartire con questa meraviglia: un TS 600 davvero ben tenuto e meccanicamente “importante”, prima che la plastica prendesse il sopravvento nei vari telai che ben conosciamo.

arrivo 1

arrivo 1

La macchina la aspettavo con un pò di ansia, per una serie di motivi, tra i quali le origini e alcune vicissitudini alle quali aveva resistito: mi riferisco al terribile terremoto a Napoli, ricordi di quando ero ragazzo!

arrivo 2

arrivo 2

Che spettacolo, tutte queste modanature.

panoramica

panoramica

panoramica 2

panoramica 2

panoramica 3

panoramica 3

Non finirei mai di fotografarlo, ma.. al lavoro!!

interno posteriore

interno posteriore

Qui vediamo il trafo ed il motore, al quale quel grosso condensatore è collegato. Mentre il circuito stampato principale è ben protetto dalla schermatura.

dietro 2

dietro 2

dietro 3

dietro 3

dietro 4

dietro 4

Qui le foto non bastano mai: ci sono troppe parte meccaniche e credetemi non si trova nulla in rete nel caso in cui una molla scappi e si voglia sapere dove andava..!!

dietro 5

dietro 5

dietro 6

dietro 6

Ora passiamo alla parte anteriore.

avanti 1

avanti 1

Il nostro fortunato possessore ha già egregiamente sostituito alcune cinghie. Si è fermato davanti a quella del volano… e lo credo bene…. vai a capire come cacciarla fuori ma soprattutto come rimetterla.

avanti 2

avanti 2

Soprattutto qui, foto ce ne saranno molte: mi sta venendo in mente di “svitare tutto lo svitabile”, preso dalla disperazione del non saper come procedere e , nel caso di mal parata, sapere “come stavano le cose” sarebbe fondamentale!

avanti 3

avanti 3

avanti 4

avanti 4

Qui lo slider di regolazione registrazione , montato nella scheda “finale” e presa cuffia.

avanti 5

avanti 5

avanti 6

avanti 6

avanti 7

avanti 7

Vabbeh bello, ma sta cinghia come uscirà?

avanti 8

avanti 8

Il percorso è chiaro. La tecnica di cambio velocità è ben ingegnerizzata, anche su azzardata con una doppia puleggia in ottone con due eliche che la spostano a mò di lama. Quella montata è molto lenta ed “andata”.

avanti 9

avanti 9

avanti 10

avanti 10

cinghia

cinghia

Non resta che tagliarla e tirarla fuori, per poterla almeno paragonare a quella fornita dal  nostro amico (presa su internet). Purtroppo la nuova è, anche se di poco, più grande dell originale (allentata).

testine

testine

Alla fine l’intuizione: il blocco testine è l unica cosa facilmente removibile.

capstain

capstain

Sempre facendoci coraggio, allentiamo il fermo che centra il capstain. Un lato del condensatore si è già staccato da solo dal circuito stampato delle testine.

capstain 2

capstain 2

capstain 3

capstain 3

Ora che il volano è lento, si è creato un “varco di fortuna” sulla parte alta (normalmente si interviene dalla parte opposta, per mettere le cinghie).

cinghia

cinghia

Sempre con la proverbiale pazienza, infiliamo la cinghia come da figura.

cinghia 2

cinghia 2

cinghia 3

cinghia 3

Difficile spiegare cosa avviene nella sequenza fotografica, più facile trovarsi con la macchina davanti e la soluzione viene da se. Sicuramente d’aiuto, spero comunque sia la dimostrazione che la soluzione c’è!

cinghia 4

cinghia 4

cinghia 5

cinghia 5

Ci siamo.

cinghia 6

cinghia 6

Ora rimontiamo tutto in sequenza.

volano

volano

Grazie alle foto ogni cosa torna al suo posto.

condensatore e regolazione centro capstain

condensatore e regolazione centro capstain

Fondamentale rifare bene il centraggio di questa asola. Contrariamente il volano gira storto con conseguenti ululati.

fermo ottone sopra

fermo ottone sopra

Le mollette sono delicatissime e possono rompersi, come in questo caso.

fermo sopra

fermo sopra

Ecco un rimedio efficace ed “eterno”. Uno spillo in acciaio.

smorzascintille

smorza scintille

Questo fermo di rame, con centrale in carbone, nella storia lo ritroveremo a pressione sui perni centrali delle testine video!

scheda

scheda

Ora che possiamo ascoltare, notiamo subito una bella continua sulle uscite.

scheda 2

scheda 2

La scheda si ribalta agilmente ed è ben accessibile.

commutatori

commutatori

Puliamo tutti i commutatori.

scheda sotto 1

scheda sotto 1

Foto molto utile nel caso ci s trovasse con qualche pista saltata: gli schemi non sono così ben leggibili!

scheda sotto 2

scheda sotto 2

scheda sotto 3

scheda sotto 3

puleggia di scorta.

puleggia di scorta.

Non vi dico la meraviglia quando ho “scovato” questa puleggia. Non lo so con certezza, ma giurerei che sia una puleggia da sostituire a quella montata nel caso di utilizzi la macchina in paesi con la rete a 60 Hertz. Il motore è infatti collegato alla 220 volt e si sincronizza con la frequenza di rete, che da noi è 50 Hertz. Poi se mi sbagliassi, magari è “semplicemente” una puleggia di scorta.

puleggia 2

puleggia 2

circuito 3

circuito 3

Torniamo al guasto.

condensatore

condensatore

Questo mi pare andato.

circuito 5

circuito 5

condensatore test

condensatore test

Praticamente aperto.

test 2

test 2

Sostituito, sparita la continua. Suono pulito, ma solo su un canale. Bisogna, schema alla mano, risalire all interruzione.

scheda ingressi

scheda ingressi

Rimuovere la scheda ingressi è abbastanza semplice, attenzione alla schermatura.

scheda ingressi 2

scheda ingressi 2

Questa scheda non solo interfaccia le entrate uscite, ma fa anche da primo stadio di pre amplificazione attiva.

scheda ingressi 3

scheda ingressi 3

Rifacendo varie saldature, la situazione si normalizza.

test finale 1

test finale 1

Parliamoci chiaro: mettere mano in una macchina simile richiede tenacia e pazienza. Non ci sono schede così accessibili e non tutto è in discesa. ma qualcuno ci ha lavorato prima di noi.

test finale rec

test finale rec

E poi vuoi mettere la soddisfazione.

test finale 3

test finale 3

Importante: questo TS ha la testina di pre ascolto “monitor”, quindi è possibile ascoltare in tempo reale come sta venendo la registrazione. Il receiver è la sua macchina “naturale”, dato che è appunto dotata di commutatore monitor..

TS600

TS 600

test rec 2

test rec 2

Per non correr rischi, registriamo per oltre due ore ed in pre ascolto. Nessuna piega!

test rec 3

test rec 3

presa in/out e presa monitor

presa in/out e presa monitor

Poste in alto e nascoste elegantemente da uno sportello ribaltabile.

prese R35

prese R35

R35 monitor

R35 monitor

Buon ascolto…….

marco

 

2 Comments

  1. Mi chiedo a questo punto qual’è la macchina che ti può dare veramente filo da torcere. Stavolta hai superato te stesso.

Lascia un commento