0

Grundig Stereomeister 3000 riparazione

stereomeister 3000

stereomeister 3000

E come preannunciato, ecco il 3000. Stadio di media e finale identico al 300. Cambiano: lo stadio FM (a transistor) e l’aggiunta del tastierino preselezione. Quindi abbiamo la classica tensione di varicap e relativi “trimmer” per la regolazione della sintonia.

arrivo 1

arrivo 1

Anche qui l’arrivo non promette nulla di buono. Anche il mobile è spaccato.

posteriore

posteriore

La copertura posteriore è invece identica al 300.

frontale

frontale

Il frontale ha sofferto anch’esso.

frontale 2

frontale 2

frontale 3

frontale 3

Da incollare anche il lamierino in basso in foto.

frontale 4

frontale 4

frontale 5

frontale 5

La levetta a sinistra relativa alla posizione antenna in ferrite gira a vuoto….

interni 1

interni 1

L’ ECC83 vagava all’interno dell apparecchio.

ponte

ponte

Per il ponte è stato mantenuto l’originale.

ECC83

ECC83

finali ECLL800

finali ECLL800

Riposizionate le valvole, proviamo ad accendere.

antenna ferrite

antenna ferrite

Qui la conferma che l’antenna in ferrite è purtroppo libera di muoversi.

Placca

Placca

Malgrado la radio suoni, una valvola mostra palesemente una corrente di placca piuttosto alta, fino all’arrossamento della placca stessa.

placca 2

placca 2

placca 3

placca 3

La causa, un condensatore da 22 nanofarad in perdita, che manda parzialmente una continua dall uscita dell ECC83 all’ingrasso (griglia) di questa valvola. Cambiati entrambi i condensatori sui due canali, ora ok.

antenna 1

antenna 1

Ora una sequenza dell’antenna in ferrite, questa sana. Opportunità per fermare la composizione della stessa. Come detto nell’altro articolo, questo mi è stato utile per la ricostruzione di quella montata sulla 300.

antenna 2

antenna 2

antenna 3

antenna 3

antenna 4

antenna 4

antenna 5

antenna 5

 antenna 6

antenna 6

Questa, a differenza dell’altra che è fissa, ruota su un volano, comandato esternamente da una manopola.

antenna 7

antenna 7

 antenna 8

antenna 8

I capicorda da me numerati per ribattermi sullo schema le corrette attestazioni.

antenna 10

antenna 9

antenna 10

antenna 10

antenna 11

antenna 11

antenna 12

antenna 12

antenna 13

antenna 13

antenna 14

antenna 14

antenna 15

antenna 15

20151029_191138

Ora ci preoccupiamo di come rimettere il cordino (o funicella). Come si toglie la manopola ed il frontale lo abbiamo già imparato dalla 300.

scheda tensione varicap

scheda tensione varicap

Rimesso il cordino, ci accorgiamo che la radio praticamente non seleziona alcuna stazione con segnale accettabile, solo a fine corsa di uno dei qualsiasi trimmer si sente una stazione bella forte. La tensione di varicap è bassissima. Risaliamo alla scheda e cominciamo il controllo dei condensatori.

zener

zener

Fino ad arrivare allo zener guasto, che sostituiamo. Ora si selezionano tutte le emittenti correttamente.

indicatore sintonia

indicatore sintonia

Livello di ricezione anche troppo alto…

Decoder 6 1

Decoder 6 1

All’accendersi della radio, la spia rossa FM Stereo si accende, per poi spegnersi a “radio calda”. Non si centra neanche una stazione in stereofonia. Trovato una bobina “lenta” che in realtà si è rivelata poi interrotta su almeno tre collegamenti.

decoder 6 2

decoder 6 2

Conviene senz’altro rimuovere la scheda decoder 6 allentando i due bulloncini e sfilando il plug con piedinatura tipo valvola.

decoder 6 3

decoder 6 3

Ecco la nostra bobina “decapitata”. Ora: qui non si tratta di un ricambio acquistabile in un negozio o sottraendolo da un altro apparecchio. Qui o si tenta l’impossibile o si butta!!

decoder 6 4

decoder 6 4

decoder 6 5

decoder 6 5

Per accedere al circuito sotto occorre piegare i fermi di lamiera ai lati e dissaldare la massa centrale.

decoder 6 6

decoder 6 6

decoder 6 7

decoder 6 7

Avendo due di queste schede a disposizione, per fortuna con guasti diversi, è più immediato fare paragoni fra le due.

decoder 6 8

decoder 6 8

decoder 6 9

decoder 6 9

Per non far ulteriori danni, incolliamo l’asse a dimora, così quelle buone non si staccano anche loro.

decoder 6 10

decoder 6 10

Ecco i due gemelli.

decoder 6 11

decoder 6 11

Occorre rimuovere parte della ferrite per poter accedere al primo punto di rame (fino come un capello) da recuperare. Quello che sembra un pezzo di rame “grosso” aggiunto è un filo preso da un cavo UTP. Quindi questa è una sorta di “gigantografia”!

decoder 6 12

decoder 6 12

Qui la pazienza rasenta la follia!

decoder 6 13

decoder 6 13

decoder 6 14

decoder 6 14

Una volta certi che i tre avvolgimenti siano effettivamente collegati, rimettiamo la ferrite e blocchiamo con una fascetta.

stereo ok

stereo ok

Ci è andata bene!!!.

mobile

mobile

Ovviamente nelle varie fasi di riparazione, abbiamo approfittato per incollare il mobile.

mobile 2

mobile 2

cordino antenna ferrite

cordino antenna ferrite

Per finire, non resta che rimettere il cordino (funicella) che muove l’antenna di ferrite. La cosa sembrerebbe inutile e lo è forse, dato l esiguo numero di ricezioni in AM ed altre bande che non siano l FM. Ma a noi interessa il 100% della funzionalità originale.

cordino ferrite 2

cordino ferrite 2

cordino ferrite 3

cordino ferrite 3

Come vada rimessa è piuttosto intuitivo, si fatica tuttavia per arrivare in punti impossibili, dove far girare il cordino.

test finale

test finale

Ecco la nostra radio in test finale. Nulla da dire davvero. Faticoso e lungo, ma ne è  valsa la pena!!

test finale 2

test finale 2

test finale 4

test finale 3

stereomeister 3000

stereomeister 3000

Buon ascolto

marco

 

 

Lascia un commento