Stefano

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 581 totali)
  • Autore
    Articoli
  • in risposta a: RPC200 capriccioso (per Antonio) #19802
    Stefano
    Stefano
    Partecipante

    @stefano said:
    Rispondo un argomento alla volta:

    Mi sembra molto strano.
    La meccanica CB200 (RPC100) e la CB210 (RPC200) sono identiche, lo so bene perchè ne ho riparate tantissime.
    Fammi dare ancora un’occhiata ai rispettivi SM, poi ti dico qualcosa di più

    Confermo: CB200 e CB210 hanno la stessa identica meccanica, compreso ovviamente il volano completo (codice 34041-535.00).
    Non so tu cosa hai trovato nei tuoi apparecchi, ma se sono originali devi poter prelevare il volano intero dalla CB200 (RPC100) per metterlo nella CB210 (RPC200), e viceversa.
    Anche gli ingranaggi, ovviamente, sono uguali.
    Se ti serve il manuale di servizio, chiedi pure.

    in risposta a: RPC200 capriccioso (per Antonio) #19730
    Stefano
    Stefano
    Partecipante

    @antonio Salvatore said:
    la radio pur sentendosi bene sia in mono che in stereo fa ancora un difetto … Nell ascolto stereo si sente un leggero rumore di fondo simile ad una continua …. Che si toglie mettendo su mono….

    C’è ancora un problema sulla scheda del decoder FM.
    Io comincerei col verificare TUTTE le tensioni fornite dal TCA530 (croce e delizia – ma più la prima che la seconda – di molti apparecchi di quell’epoca), dopodichè tira via quella schedina del decoder FM e controlla minuziosamente tutti i suoi componenti, che per fortuna sono abbastanza pochi, e naturalmente anche le saldature.

    in risposta a: RPC200 capriccioso (per Antonio) #19729
    Stefano
    Stefano
    Partecipante

    @antonio Salvatore said:
    Visto che la sua cappa era molto danneggiata e senza cerniere … Ho recupersto quella dell rpc 100 che era intatta … Ma poteva mai andare tutto bene almeno per una volta ??? …. Le cerniere non riescono a mantenere il coperchio aperto …..ho provato a smontarle e dentro c erano dei pezzi di gomma tutti sbriciolati sporchi d olio … Ho provato a fare spessore con pezzi di materiale simile … Ma niente … Non si mantiene….

    Purtroppo questo è normale. Il materiale che fa da smorzatore delle cerniere si sbriciola e non ho ancora trovato una soluzione (a dire il vero, non l’ho neanche cercata…).
    I miei RPC100 e 200 hanno tutti lo stesso problema, e a tutti ho messo un’astina che tiene su il coperchio a mò di cofano dell’auto 🙂

    in risposta a: RPC200 capriccioso (per Antonio) #19727
    Stefano
    Stefano
    Partecipante

    @antonio Salvatore said:
    Come mai il led del play è andato in corto ed anche sostituendolo con quello del 100 non si accende

    Se c’è un corto a monte, è ovvio che, anche sostituendolo, non si accende.
    Controlla con il tester il circuito di pilotaggio.
    Occhio anche ad un’altra cosa: la copertura metallica dello stampato deve essere posizionata bene perchè “porta” la massa a tutto il circuito.
    A me era capitato che, provando la piastra senza quella copertura, l’apparecchio funzionava ma il led verde non si accendeva per mancanza di massa.
    Ci ho messo un po’ per capirlo…

    in risposta a: RPC200 capriccioso (per Antonio) #19726
    Stefano
    Stefano
    Partecipante

    Rispondo un argomento alla volta:

    @antonio Salvatore said:
    il volano del capstan è completamente diverso sul 200 è molto piu grande mentre sul 100 è molto sottile e credo non abbia nemmeno il famoso ingranaggio

    Mi sembra molto strano.
    La meccanica CB200 (RPC100) e la CB210 (RPC200) sono identiche, lo so bene perchè ne ho riparate tantissime.
    Fammi dare ancora un’occhiata ai rispettivi SM, poi ti dico qualcosa di più

    in risposta a: RPC200 capriccioso (per Antonio) #19663
    Stefano
    Stefano
    Partecipante

    Ma poi… scusa, ora che ci penso… non avevi detto di avere anche un RPC100?
    Puoi prelevare il volano dalla piastra dell’RPC100, che è la stessa di quella dell’RPC200 (o quasi, nell’RPC100 la piastra è una CB200 mentre nell’RPC200 è una CB210, e francamente non ho ancora capito in cosa differiscono).
    O, volendo, se la piastra dell’RPC100 funziona, puoi anche metterla direttamente nell’RPC200

    in risposta a: RPC200 capriccioso (per Antonio) #19662
    Stefano
    Stefano
    Partecipante

    Ah, forse non ce ne sarà bisogno, ma te lo dico lo stesso, non si sa mai…
    Se trovi un altro volano che abbia l’asse delle dimensioni giuste, stai molto attento se estrai l’asse usando una pinza (è messo ad incastro, e con le dita non lo togli di certo).
    Più precisamente, tiralo con la pinza dalla parte di dietro, cioè quella opposta alla parte che poi va a contatto con il pinch roller, in modo da non rovinare il contatto con il pinch roller (contatto che esige un capstan perfettamente liscio, come è ovvio).
    Spero di essermi spiegato.

    in risposta a: RPC200 capriccioso (per Antonio) #19661
    Stefano
    Stefano
    Partecipante

    Ah, ecco cos’erano le imprecazioni che sentivo l’altro giorno nell’aria…
    Minchia, che iella… Vabbè, cose che succedono. Ieri, nel riparare un vecchio oscilloscopio Hameg al quale erano scoppiati entrambi gli elettrolitici di filtro, non ne vado a mettere uno con i poli invertiti? Morale: secondo scoppio… 🙂
    Comunque la caduta della piastra, se è riuscita a storcere l’asse del volano (cioè il capstan), deve essere stata una bella botta. A questo punto, io controllerei tutta la meccanica, e anche l’integrità dello stampato.
    L’unica riparazione che puoi fare, se non hai un altro volano uguale, è quella di prelevare l’asse da un altro volano anche diverso, ma che abbia ovviamente lo stesso diametro e la stessa lunghezza. Questo, secondo me, è più facile che trovare un altro volano completo.
    Abbi solo l’accortezza, prima di sfilare l’asse dal volano (che si estrae semplicemente tirando con una certa forza), di annotarti le “quote”, cioè la lunghezza dei segmenti che fuoriescono sia da dietro, sia da davanti, in modo da poter rimettere l’asse sostitutivo nello stesso identico modo del vecchio. Se il nuovo asse, una volta inserito, non dovesse rimanere ben incastrato (ma non dovrebbe succedere, se il diametro è lo stesso), basterà una goccia di attack.
    Per l’ingranaggio-pignone del volano, invece, non darti pena: si sarebbe comunque rotto da solo in breve tempo. Prendilo da Mineo, e già che ci sei controlla anche l’altro ingranaggio più grande, quello che gira insieme a lui: di solito, si rompono “in coppia” (e anche se non si rompono insieme, il fatto di mettere un pignone nuovo farà senz’altro rompere anche l’altro ingranaggio).
    Buon lavoro!

    in risposta a: Automatismo Dual 1226 #19655
    Stefano
    Stefano
    Partecipante

    Beh no, se l’hai comprato nuovo ed è quello giusto per il 1226 (non sono tutti uguali…), direi che il problema non è lui.
    Anche perchè i gommini di ricambio acquistati nuovi, solitamente, sono chiusi in punta come gli originali, quindi è sufficiente “incappucciare” il tondino in metallo che così rimane coperto (pregasi evitare battutacce… 🙂 🙂 )
    A questo punto, probabilmente il guaio è altrove. Comincia a vedere la regolazione dell’altezza dell’alzabraccio, come ti ha detto Antonio, anche quella influisce sull’automatismo.
    L’ideale, in questi casi, sarebbe riuscire a mettere il giradischi su dei supporti laterali abbastanza alti da poter “sbirciare” cosa succede quando si aziona lo start (o lo stop), eventualmente aiutandosi con uno specchio messo sotto.

    in risposta a: Automatismo Dual 1226 #19653
    Stefano
    Stefano
    Partecipante

    Cominciamo a vedere se il pirillo lo hai messo dell’altezza giusta. Deve sporgere dal tondino in metallo di un mm, nè più nè meno. Se troppo basso, non ingaggia la camma di spostamento laterale, se troppo alto grippa il mecvcanismo (e alla lunga fa danni).
    Qui è molto chiaro:
    https://www.vinylengine.com/turntable_forum/download/file.php?id=14062&sid=fc1174b656f740eec33b9028e9cb60e5&mode=view
    Poi, è da vedere anche da quale materiale lo hai ricavato…

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 581 totali)