Rispondi a: Suggerimenti riparazione Grundig Studio rpc 300a

Home Forum Grundig RPC (Sistemi Compatti e Studio) Suggerimenti riparazione Grundig Studio rpc 300a Rispondi a: Suggerimenti riparazione Grundig Studio rpc 300a

#17777
Antonio Salvatore
Antonio Salvatore
Partecipante

Ed è così che l’altro giorno l’amico Tedeschino mi ha portato non l’RPC 300 di cui sopra ma bensì un bellissimo RPC 450 anche questo con apparenti problemi di alimentazione… infatti saltava il fusibile che dava corrente al circuito che produceva 15,5 volt …. il nostro amico aveva provato a riparare tale circuito, fortunatamente senza fare danni,… infatti ad un ‘analisi più accurata (staccando lo spinotto che portava le alimentazioni sulla main board dell’apparecchio)… i 15,5 volt uscivano ed il fusibile non saltava più…. ragion per cui… armato di tester… schema (fortunatamente fornitomi da Giuseppe .. alias tedeschino…) e tanta pazienza… ho iniziato a staccare i vari rami circuitali… fino ad arrivare ad un transistor di commutazione (T1006 bc 338/40) questi commutava i 15,5 volt sul tuner FM … infatti staccando il transistor non saltava più il fusibile ed iniziava a funzionare anche l’AM… misurato il transistor (risultato buono).. ho continuato a seguire il circuito in uscita da esso.. fino ad arrivare ad un piedino del tuner FM… che una volta staccato… sono risaliti i 15,5 volt e si è iniziato addirittura a sentire il fruscio FM …. quindi il problema non poteva che essere all’interno del tuner… così l’ho smontato ed aperto… e fortunatamente.. nelle vicinanze del piedino incriminato.. vedo un bel tantalio celeste… subito mi appresto a misurarlo .. e bingo… era completamente in corto.. quindi il colpevole non poteva essere che lui… così l’ho sostituito con un’elettrolitico normale, dello stesso valore e misurato se ora il piedino del tuner era ancora in corto… richiuso e rimontato il tuner incriminato .. ecco che la radio FM inizia a funzionare .. i 15,5 volt sono stabili ed il fusibile non salta più… problema risolto… dopo ho regolato e pulito un po’ il cordino della radio perché stentava un po’… ho smontato la piastra potenziometri perché c’erano dei falsi contatti sulla piastra … ho pulito i potenziometri e fatte un po’ di saldature sotto i finali (che anche dopo ore di funzionamento non si riscaldano) …. Suona d’avvero molto bene.. non mi era mai capitato tra le mani un RPC … ma come prima esperienza .. non è stata davvero male…
Dopo la radio sono passato al piatto un Dual 1239a con braccio ad S … con testina Shure DM 95 (equivalente della M 75) e puntina rotta.. così dopo aver fatto un po’ di pulizia e lubrificazioni.. ho tarato il braccio e provato con una puntina che tengo per fare le prove… che dire anche il giradischi va alla grande…. una cosa non mi è molto chiara.. magari amici del sito che hanno già avuto a che fare con questo tipo di giradischi potrebbero darmi qualche delucidazione… sul fianco posteriore dx., prima del contrappeso…del braccio c’è una vite.. che una volta svitata.. rende il braccio libero di muoversi e di ruotare su se stesso.. ed anche fissando tale vite.. e mettendo il braccio nella posizione migliore a livello di parallelismo della testina rispetto al disco… questo comunque non rimane fermo ma si muove a livello verticale… dal suo supporto posteriore… sarà normale?…
ora rimane solo la piastra.. una CB 230 che sembra molto buona… fa questo difetto: funzionano FF ed RW ma in play non gira la bobina che dovrebbe avvolgere il nastro… inoltre non sono ancora riuscito a smontare la meccanica ..non vedo viti.. dove saranno nascoste?.. se qualcuno lo sa o conosce già questo difetto.. sono aperto a suggerimenti… Tedeschino dice che a lui la piastra non interessa.. ma a questo punto sarebbe bello rimetterlo a posto del tutto…
Dopo questa esperienza mi sento di dare un consiglio a tutti gli appassionati del vintage.. in particolare quello Grundig… che magari hanno tanta buona volontà.. ma purtroppo non hanno le basi tecniche… questi apparecchi non sono giocattoli… ne sono facilmente riparabili…soprattutto a livello elettronico… quindi non acquistate apparecchi da riparare.. e se lo fate… non li pagate troppo e … portateli da qualche tecnico esperto in materia e di vostra fiducia… scusate il predicozzo… ma la mia coscienza mi imponeva di dire questa cosa… 😉